Proverbi Italiani

Proverbi Italiani famosi e Detti Popolari

Nel nostro paese esistono molti proverbi famosi italiani; ogni regione posside un proprio dialetto e secoli dopo secoli queste vere e proprie lingue sono rimaste incastonate fortemente nella nostra società odierna.proverbi italiani  Tutto questo merito lo dobbiamo sicuramente in gran parte ai detti popolari, tramandati di generazione in generazione ed utilizzati oggigiorno quotidianamente acquistando sempre più valore.

I proverbi hanno così tanta attualità nella vita di tutti, che si può tranquillamente affermare che i proverbi italiani divertenti e non, siano senza tempo. Non ditemi di non aver mai sentito qualcuno esclamare questa massima “ I detti antichi non sbagliano mai“, pura verità!

Questi famosi modi di dire sono vere e proprie frasi fatte, alcune cariche di ironia ma la caratteristica comune di tutti questi proverbi è consapevolezza che i detti popolari comunicano veri e propri consigli sintetici sulla realtà. Ogni città possiede il suo carico di proverbi tipici, ma molto ricercati sono anche i proverbi italiani…quelli che non sono per forza ricondotti ad una città, ma vere e proprie massime con nazionalità italiana!  Poi si sa…molti sono vere e proprie “traduzioni” … ma quel che conta è il contenuto 😉

I proverbi più famosi sono davvero tantissimi…Credete di conoscerli tutti ? Date un’occhiata :

I migliori proverbi italiani più famosi

Chi si fa i fatti suoi campa cent’anni.

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

Chiodo scaccia chiodo.

Al cuore non si comanda.

Chi sa fa e chi non sa insegna.

Chi si scusa si accusa.

Vivi e lascia vivere.

Finchè la barca va, lasciala andare

Ognuno tira l’acqua al suo mulino.

Piove sempre sul bagnato.

Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Chi non risica non rosica.

Paese che vai usanza che trovi.

Chi dorme non piglia pesci.

Uomo avvisato mezzo salvato.

Una mela al giorno leva il medico di torno.

Domandare è lecito, rispondere è cortesia.

Non è tutto oro quel che luccica.

Quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba.

Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

Chi la fa l’aspetti.

Anche l’occhio vuole la sua parte.

Ambasciator non porta pena.

Can che abbaia non morde

Non tutte le ciambelle escono con il buco.

Rosso di sera, bel tempo si spera.

Chi tace acconsente.

L’appetito vien mangiando.

Al bisogno si conosce l’amico.

Il denaro fa l’uomo ricco! L’educazione lo fa signore.

Non tutto il male vien per nuocere.

L’erba del vicino è sempre più verde.

Chi cerca, trova.

Fortunato al gioco, sfortunato in amore.

I soldi non fanno la felicità.

Una rondine non fa primavera.

Chi fa da sé fa per tre

Chi rompe paga e i cocci sono i suoi.

Le bugie hanno le gambe corte.

Buon sangue non mente.

Una ciliegia tira l’altra.

Il pane a chi non ha i denti

Ogni promessa è debito.

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

A tutto c’è rimedio tranne per la morte.

Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace.

Fatta la legge, trovato l’inganno.

L’occasione fa l’uomo ladro.

Tutti i nodi vengono al pettine.

Chi semina vento raccoglie tempesta.

A mali estremi estremi rimedi

Chi si accontenta gode.

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.

Da cosa nasce cosa.

Si dice il peccato, ma non il peccatore.

Chi nasce tondo non può morir quadrato.

Morto un papa se ne fa un altro.

Chi non muore si rivede.

Male non fare, paura non avere.

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

Anche l’occhio vuole la sua parte.

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi.

Oggi a me domani a te.

Con le buone maniere si ottiene tutto.

Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma non sa quel che trova.

A buon intenditor, poche parole.

Ogni lasciata è persa.

Il gioco è bello quando dura poco.

L’ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza.

Proverbi italiani divertenti e ironici

FRASI CITAZIONILa madre degli imbecilli è sempre incinta.

Bacco, tabacco e Venere riducon l’uomo in cenere.

Il mondo è fatto a scale. C’è chi scende e c’è chi sale.

Dio li fa e poi li accoppia.

Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.

Chi va con lo zoppo, impara a zoppicare.

Il bue dice cornuto all’asino.

Chi dice donna dice danno.

Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io.

Chi aspetta aiuto dai parenti aspetta fino a quando gli cascano i denti.

A pagare e morire c’è sempre tempo.

Chi si somiglia si piglia.

Tra i due litiganti il terzo gode.

La via dell’Inferno è lastricata di buone intenzioni.

Ai pazzi si dà sempre ragione.

Chi non beve in compagnia o è un ladro o è una spia.

Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.